fbpx
Non passa giorno senza che mi capiti di leggere consigli su come essere [più] felici. Noi parliamo spesso di benessere ma, se ci pensate bene, c’è poi così tanta differenza tra benessere e felicità?
Benessere è quella condizione in cui i miei bisogni, o per lo meno la maggior parte di essi, sono soddisfatti, quindi mi sento bene, quindi – nella maggior parte dei casi – sono felice.
Quello che non va in quasi tutte le cose che leggo è che, il più delle volte, le ricette per la felicità sono cose tipo “aumenta la fiducia in te stesso”, oppure “fai della tua vita un capolavoro”, o ancora “dai una scossa alla tua vita”!
Grazie! penso io tutte le volte, che scoperta, avevo proprio bisogno di queste rivelazioni, mi saranno utilissime!
Ecco perché mi è piaciuto un post che ho letto stamattina su Pop Sugar Fitness e che si intitola “20 Ways to Get Happy (Almost) Instantly!“: come promette il titolo, dà 20 consigli [quasi tutti] semplici, pratici e applicabili alla vita di tutti i giorni per migliorarla, anche solo un po’.

Vi riporto i primi, per gli altri vi rimando al post originale [il link è in fondo]. Poi, però, se vi va, tornate a dirmi che ne pensate!
I primi 5 trucchi sono:

  1. Fate un gioco (non sul telefono!): riunite i familiari o gli amici per una serata di gioco, scegliete voi, ma che non siano videogames. La buona compagnia e la sana competizione di solito sono garanzia di una serata piacevole e di tante risate!
  2. Sorridete! Sorridere è contagioso, risolleva immediatamente l’umore, allevia lo stress e provoca il rilascio di endorfine!
  3. Fate una passeggiata: se qualcosa è andato storto, a casa o al lavoro, uscite a fare due passi. Non dev’essere per forza una camminata lunga, ma un po’ di aria fresca vi farà bene e vi aiuterà a schiarirvi le idee.
  4. Telefonate a un amico: niente messaggi, niente chat di Facebook, chiamate! Potrete condividere le preoccupazioni e ricevere un consiglio da qualcuno di cui vi fidate.
  5. Provate qualcosa di nuovo: interrompete la vostra routine! Basta poco: una lezione nuova in palestra, un nuovo ristorante, o semplicemente una strada diversa per andare al lavoro.
Ora, se volete, leggete anche gli altri 15 e poi, che dite, ci proviamo?

P.S. leggo solo ora che il Rapporto dell’ONU sulla felicità del 2013, pubblicato in questi giorni, relega l’Italia a un tristissimo 45° posto dietro, tra gli altri, al Giappone e all’Arabia Saudita. Non commento…