fbpx

Il mattino ha l’oro in bocca

dice un proverbio. E a quanto pare i proverbi non sbagliano (quasi) mai!

Se sei tra quelli che amano dormire fino a tardi la mattina, questo post non ti piacerà, ma ormai è scientificamente e statisticamente dimostrato che chi si alza presto non solo è più produttivo, ma anche più ottimista, meno stressato e, mediamente più felice e sano rispetto ai pigri.

Ma diventare mattinieri è più facile a dirsi che a farsi. Come fare allora?

1. Dormi come un professionista

Elementare, il primo passo per svegliarsi di buon’ora freschi e riposati è approfittare al meglio delle ore di sonno: saranno meno, magari, ma saranno comunque rigeneranti.

Tra l’altro, dormire male ha, a lungo termine, conseguenze poco piacevoli come l’ipertensione e la tendenza a mangiare di più.

Come si raggiunge un sonno di qualità?

  • via la tecnologia! Telefono, tablet, PC dovrebbero essere banditi nell’ultima ora prima di andare a dormire e non dovrebbero essere ammessi in camera da letto. Difficile vero?
  • scegli la posizione: dormire supini può aiutare ad alleviare il mal di schiena, dormire su un fianco è utile a prevenire acidità di stomaco e reflusso, mentre dormire a pancia in giù ti può aiutare a non russare, anche se non è il massimo per la schiena. Scegli la posizione più adatta alle tue esigenze
  • attenzione a ciò che mangi a cena: cibi troppo pesanti e/o speziati, cioccolato, caffè possono ostacolare il sonno e provocare indigestione e bruciore di stomaco. Anche le quantità sono importanti: cerca di mangiare poco a cena e di non andare a letto prima che siano passate un paio d’ore dal pasto
  • scegli una lettura rilassante o, in alternativa, scarica lo stress scrivendo un diario
  • una doccia calda ha sempre il suo perché
  • ma anche la musica giusta. E perché non entrambe le cose?
  • attenzione al materasso: molto spesso sottovalutato, può essere una delle cause principali del sonno disturbato.

2. Svegliati nel modo giusto

Se la giornata inizia in modo disordinato, frettoloso e traumatico, alzarsi presto diventa solo una punizione in più e presto ci troveremo a dire a noi stessi

“chi me lo fa fare? Devo fare già tanti sacrifici durante il resto della giornata! Mi merito questa mezz’ora (un’ora, un’ora e mezza…) di sonno in più”

Non barare, lo so che lo pensi perché lo penso anch’io. Sono scuse e lo sappiamo. E allora? Un trucco consiste nel ridurre gli appigli alle scuse e nel creare una routine mattutina il più possibile piacevole.

  • arrivaci con calma: se di solito ti alzi alle 9, non puoi pretendere di svegliarti fresco e riposato alle 6! Forse lo farai per un giorno o due, ma poi sarà più facile mollare. Vai per gradi, porta indietro la sveglia di 10-15 minuti e dopo qualche giorno, quando avrai superato il trauma, portala altri 10 minuti indietro e così via fino a raggiungere il tuo obiettivo

continua a leggere dopo l’infografica

Morning Person Infographic greetist

Morning Person Infographic greetist

  • Usa una musica allegra come sveglia! Niente beep fastidiosi che mettono di cattivo umore, ma tutta l’energia della musica!
  • Alzati immediatamente in modo da non riaddormentarti e, per lo stesso motivo, elimina dalla sveglia la funzione ripetizione
  • Non poltrire: metti immediatamente la tua mente e il tuo corpo in movimento! Bastano pochi minuti!
  • Comunica la tua decisione di alzarti presto a un familiare a un amico, che ti farà da controllore: ti sentirai più responsabile e spronato a farcela!
  • Fai sempre le stesse cose: pensare è faticoso, soprattutto di mattina presto! Crea una routine da ripetere tutti i giorni, in modo che dopo qualche tempo tu possa eseguirli con il pilota automatico inserito!

3. Muoviti

Se puoi, programma il tuo allenamento per la prima parte della giornata. Questo ti aiuterà a svegliarti definitivamente. In più avrai meno scuse del tipo non ho avuto tempo per allenarmi e il tuo allenamento sarà più efficace: moltissimi studi confermano che allenarsi al mattino e possibilmente prima di fare colazione aiuta a bruciare più grassi e a costruire più massa magra!

Qualche trucco classico per aiutarti a prendere questa buona abitudine e a non mollarla:

  • scegli un’attività gratificante per te: è assurdo andare in piscina se odi nuotare, o correre se ti annoi dopo 5 minuti. E’ faticoso, deve essere almeno divertente!
  • paga un abbonamento: aver pagato per la palestra (o per quello che vuoi fare) sarà un ottimo incentivo per non mollare, almeno il primo mese. E poi? Beh, se sei stato costante per un mese, fidati, molto probabilmente non avrai più voglia di smettere!
  • programma il tuo allenamento con un amico: mal comune mezzo gaudio? Anche! Ma, soprattutto, se fissi un appuntamento con un’altra persona sarà più difficile cedere alla tentazione di rimanere a letto
  • fatti un programma scritto, o fattelo fare da un professionista e cerca di seguirlo
  • prepara tutto l’occorrente la sera prima: risparmi tempo (no, non significa che puoi restare a letto altri 5 minuti!) e, ancora una volta, hai una scusa in meno per non andare

4. Fai la giusta colazione

Una buona colazione, nutriente ma non pesante, ti darà energia per la giornata, ti permetterà di non avere fame né cali di energia a metà mattina, che tra l’altro ti potrebbero portare a dire cose tipo “vedi, se mi alzo troppo presto poi ho sonno” (la riconosci? Sì, è un’altra scusa!).

Il segreto per una colazione da campioni? La presenza di proteine, carboidrati e grassi nelle giuste proporzioni, le quantità sufficienti ma non eccessive, gli zuccheri semplici ridotti al minimo.

Dolce o salata? Scegli tu! La mattina deve diventare un’esperienza piacevole, ricordi?

5. Concediti un piccolo lusso

La routine, la sveglia allegra, la buona colazione. OK, ma non ci diciamo bugie: è dura alzarsi all’alba (qualsiasi sia il tuo concetto di alba!).

Quando pensi che sia più dura del solito, fatti un piccolo regalo in più: fai qualcosa che ti piace davvero tanto e/o che ti dà tanto ma tanto benessere.

Ti piace meditare? Prepara uno spazio tranquillo e tutto ciò che ti serve la sera prima e fallo al mattino, bastano 5 minuti. Imposta come sveglia la tua canzone preferita. Fai una passeggiata se ami camminare. E potremmo continuare.

Oppure, perché no, continua tu: se ti va raccontaci la tua routine mattutina e quali trucchi usi per vincere la pigrizia!

[la foto è di flashcurd, l’infografica è di Greetist]